tutela e sostegno maternità e paternità – Consiglio di Stato parere 2732 del 23/9/2009

icona consiglio di stato

Il Ministero dell’Interno – Dipartimento della Pubblica Sicurezza, con nota n. 333-A/9807.F.6.2/5915 del 23 luglio 2009, ha chiesto alla Prima Sezione del Consiglio di Stato un parere in ordine all’applicabilità dell’art. 40 del Decreto Legislativo n° 151/2001 (Disposizioni in materia di tutela e sostegno della maternità e paternità) a favore di un padre lavoratore appartenente alla Polizia di Stato affinché possa avvalersi dei riposi orari di cui all’art. 41 del citato Decreto Legislativo previsti in caso di parto plurimo.

il parere favorevole del Consiglio di Stato, si fonda essenzialmente sull’evoluzione della giurisprudenza del giudice civile, secondo la quale chi svolge attività domestica nell’ambito del proprio nucleo familiare (attività tradizionalmente attribuita alla “casalinga”), benché non percepisca reddito monetizzato, svolge, tuttavia, un’attività lavorativa (ovviamente non dipendente), suscettibile di valutazione economica.
Da qui, la conclusione della equiparabilità della figura della casalinga a quella di tutte le lavoratrici non dipendenti, ai sensi e per gli effetti dell’attribuzione al padre del beneficio del riposo giornaliero nel primo anno di vita del bambino. . . . . .

logo pdf
Leggi il Parere
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su skype
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ti potrebbero interessare:

combinata siulpcisl

Assistenza fiscale 2020 – SIULP/CAF CISL

Anche per l’anno 2020 gli iscritti ed i pensionati SIULP potranno usufruire dell’assistenza fiscale offerta dai CAF CISL della provincia di Catanzaro per la compilazione e presentazione della dichiarazioni dei redditi.

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su