circolari

Circolare n° 555/RS/01/126/5549 del 12 giugno 2019.

OGGETTO: Accordo per l'utilizzazione delle risorse previste dal Fondo per l'Efficienza dei Servizi Istituzionali (F.E.S.I.) per l'anno 2018.

Com’è noto 1’8 maggio u.s. è stato sottoscritto I’ Accordo sulla ripartizione delle risorse confluite nel fondo incentivante per l’anno 2018. D’intesa con le Organizzazioni Sindacali si è convenuto di confermare le fattispecie già previste nel Fondo Efficienza Servizi Istituzionali (F.E.S.I.) degli anni precedenti- ovvero reperibilità, cambio turno, produttività collettiva, servizi resi in alta montagna – e di introdurre una nuova fattispecie relativa ai servizi di “controllo del territorio” (art.7). Per quanto concerne l’individuazione dei beneficiari dei compensi relativi a reperibilità, produttività collettiva, servizi resi in alta montagna e cambio turno, sono stati riaffermati i criteri adottati nei precedenti Accordi. Si è ritenuto, invece, di rivisitare le modalità di attribuzione del compenso per il cambio turno c.d. forfettario previsto per i Reparti Mobili (art. 4, comma 4), stabilendo che detto compenso spetta al personale in forza presso i Reparti Mobili ed effettivamente impiegato negli stessi. Diversamente, per il personale dei Reparti Mobili, aggregato o trasferito presso altri uffici e per il personale di altri uffici, aggregato o trasferito presso i Reparti Mobili, nel corso dell’anno, è stato convenuto che il citato compenso venga corrisposto in dodicesimi, in relazione al numero dei mesi di servizio prestati presso il Reparto. Per maturare il diritto alla corresponsione di un dodicesimo del compenso occorre aver prestato, presso il Reparto, almeno quindici giorni di servizio nel mese di riferimento, considerando, ai fini del suddetto computo, come giorni di effettiva presenza in servizio le fattispecie espressamente indicate al comma 2 dell’art. 5 concernente la ”produttività’ collettiva”. Ne consegue che ogni ulteriore fattispecie non prevista nel comma richiamato si configura come giorno di assenza. Si richiama, in parti colar modo, I’ attenzione sulla nuova fattispecie “controllo del territorio” che mira ad incentivare gli operatori di tutti gli Uffici che svolgono – nelle fasce orarie serali [19/01 (o 18/24 o 19/24)] e notturne [01/07 (o 00/06 o 00/07) o 22/07]- servizi esterni di pronto intervento e soccorso pubblico, organizzati in turni continuativi, sulla base di ordini formali di servizio e coordinati dalle sale operative delle Questure e dalle sale operative o dalle sale radio dei Commissariati distaccati (Centri di risposta 113/112 NUE) e dalle sale operative o dalle sale radio delle Specialità. Beneficiario del compenso è anche il personale che – nelle medesime fasce orarie – presta servizio nelle predette “sale operative”, concorrendo al dispositivo di controllo del territorio a supporto delle unità operative esterne, così come il personale impiegato occasionalmente nei predetti servizi, nelle stesse fasce orarie sopra indicate (ad esempio, l’operatore addetto all’ufficio passaporti chiamato a sostituire il collega delle “volanti”). In quest’ultimo caso, il compenso è corrisposto in ragione del numero dei turni di servizio effettuati. Nell’ambito della fattispecie in parola, l’Accordo stabilisce che il turno effettuato nella fascia oraria notturna venga remunerato in misura doppia rispetto a quello effettuato nella fascia serale e che il compenso sia cumulabile con l’indennità di servizio esterno e non cumulabile con le indennità di ordine pubblico e con l’indennità di missione. Alla luce delle novità introdotte nell’Accordo per il F.E.S.!. 2018, dovranno essere segnalate al CENAPS eventuali integrazioni alle comunicazioni già inserite per l’anno 2018 relativamente al cambio turno c.d. forfettario per il personale dei Reparti Mobili nella consueta fmestra delle rettifiche. Dovranno essere, altresì, segnalati i turni effettuati, sempre nell’anno 2018, per i servizi ricompresi nella fattispecie “controllo del territorio”. Per le modalità di inserimento, si fa rinvio alle indicazioni che verranno fornite agli Uffici amministrativo-contabili con apposito messaggio CENAPS, attraverso i consueti canali di trasmissione, non appena sarà completata la manutenzione evolutiva della procedura. Al fine di accelerare le operazioni di elaborazione e le successive attività per la corresponsione degli importi contabilizzati, si invitano gli Uffici interessati a predisporre fin d’ora un file, utilizzando, come modello di riferimento, lo stesso adoperato per il caricamento dei dati relativi alle fattispecie fino ad oggi previste, associando alla nuova fattispecie “controllo del territorio” ii codice 095F per i servizi svolti nella fascia serale ed il codice 096F per quelli svolti nella fascia notturna. Massima attenzione dovrà essere rivolta all’individuazione dei servizi e dei beneficiari da segnalare sulla procedura che verrà messa a disposizione, atteso che non sarà possibile effettuare eventuali integrazioni o rettifiche dei dati inseriti. Con le stesse modalità dovrà essere effettuata la segnalazione dei dati concernenti il cambio turno c.d. forfettario per il personale dei Reparti Mobili e la fattispecie “controllo del territorio”, relativamente all’anno in corso, apportando eventuali correzioni o integrazioni alle comunicazioni già inserite per il 2019 per il cambio turno forfettario per il personale dei Reparti Mobili e procedendo con nuovi inserimenti per la fattispecie “controllo del territorio”. Tali operazioni saranno attuabili nelle consuete finestre di apertura, che per le segnalazioni del 2019 si prevedono a partire dal mese di febbraio 2020, finestra delle revisioni. Nel corso degli incontri con le OO.SS. per la definizione del FESI 2018, si è ritenuto inoltre di equiparare, a partire dal FESI 2019, le assenze del personale effettuate ai sensi dell’art. 8 della legge n. 219 del 21 ottobre 2005 (astensione dal lavoro per donazione di sangue) ai giorni di effettiva presenza in servizio, ai fini del calcolo del compenso previsto per la “produttività collettiva” (art. 5). Nelle segnalazioni relative a quest’ultima fattispecie, per l’anno 2019, gli Uffici competenti vorranno, pertanto, uniformarsi alle richiamate indicazioni. Per eventuali richieste di chiarimento si segnala come punto di riferimento telefonico il numero 06 46525874.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su skype
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp

Ti potrebbero interessare:

consiglio di stato

Lavoro straordinario

Pagamento di lavoro straordinario delle ore effettuate oltre le 36 settimanali nelle giornate destinate al riposo: Sentenza Consiglio di Stato

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su