siulp vintage

ARRIVANO LE TELECAMERE MA IL QUESTORE TAGLIA GLI STRAORDINARI PER IL CONTROLLO DEL TERRITORIO

L’annuncio del Sindaco Sergio Abramo, pubblicato dalla testata giornalistica on line Catanzaro informa, circa la definizione del progetto esecutivo per l’installazione di 150 telecamere e lettori targhe è motivo di forte soddisfazione.

Il SIULP Catanzarese condivide ed apprezza il lavoro svolto dall’Amministrazione Comunale, dal personale specializzato appartenente alla XIV^ Zona e Telecomunicazioni della Polizia di Stato, dal Questore e dal Prefetto di Catanzaro sull’utilizzo di strumenti e tecnologie moderne ed avanzate che, una volta installate, consentiranno il monitoraggio delle principali arterie cittadine e, quindi, fungeranno da deterrente e contrasto alla criminalità.

E’, però, evidente come tutto ciò non può bastare. Le telecamere sono sicuramente uno strumento essenziale nella fase successiva alla consumazione del reato ma è indispensabile intervenire nella fase di prevenzione che però può garantita solo ed esclusivamente dalle pattuglie sul territorio e da colleghi che effettuino le indagini e analizzino i filmati videoregistrati.

Rispetto alle reali esigenze di sicurezza che vengono richieste dalla cittadinanza, aldilà delle operazioni mediatiche, siamo ancora alla ricerca del baricentro della politica gestionale della Questura di Catanzaro: speravamo di trovarlo nell’ufficio Volanti, specificatamente deputato al controllo del Territorio, ma tale auspicio non sembra essere condiviso dal Questore.

Sappiamo benissimo che il numero dei poliziotti è sempre più risicato e che, per tale motivo, i colleghi sono costretti ad effettuare sempre più ore di straordinario al fine di garantire al cittadino un adeguato servizio di sicurezza che, proprio perché eseguito in un contesto emergenziale, richiede e pretende il giusto riconoscimento sia morale che economico con la puntuale retribuzione per il lavoro svolto.

Nonostante la costante e proficua attività di controllo del territorio, il Questore ha tagliato il pagamento delle ore di straordinario effettuate dai colleghi della Squadra Volante già a decorrere dal mese di ottobre e, purtroppo, tali tagli riguarderanno anche i mesi di novembre e dicembre.

Tutto questo è inconcepibile! Si sta parlando di Operatori qualificati che svolgono la loro attività in mezzo alla strada h24, che spesso viaggiano a bordo di veicoli con oltre 100.000 km con qualsiasi condizione climatica. Operatori che rischiano giornalmente la propria incolumità a garanzia della Sicurezza dei cittadini, e che, nonostante non sia riconosciuto ed apprezzato dal Questore, fornisce visibilità mediatica ad un’Amministrazione matrigna che nega loro la retribuzione spettante per il lavoro svolto!!!

Su questa scelta intravediamo la volontà dell’Amministrazione di affossare la sicurezza, confermando quello che il SIULP sostiene oramai da tempo, ossia che non esiste un progetto chiaro che razionalizzi le forze per ottimizzare le risorse disponibili.

Catanzaro, 29 novembre 2018

                                                                                                   Il Segretario Provinciale Generale
                                                                                                                               Gianfranco Morabito

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su skype
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Ti potrebbero interessare:

combinata siulpcisl

Assistenza fiscale 2020 – SIULP/CAF CISL

Anche per l’anno 2020 gli iscritti ed i pensionati SIULP potranno usufruire dell’assistenza fiscale offerta dai CAF CISL della provincia di Catanzaro per la compilazione e presentazione della dichiarazioni dei redditi.

Leggi Tutto »
siulp vintage

Lettera aperta al Sig. Questore

Lettera con la quale, augurando un proficuo lavoro e collaborazione al neo Questore, mette in evidenza alcune delle lacune organizzative che richiedono interventi risolutori per una maggiore efficienza operativa.

Leggi Tutto »

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Torna su